ENERGY MEDICINE

Energy medicine studies the processes that determine chemical reactions and their time. Field theory is in fact the basis of time and space.
But above all, the field is identified with the concept of information.

Then we can identify energy medicine. as a INFORMATION MEDICINE

Feel the syntropical stimulus

Sentire lo stimolo sintropico futuro e ridurre consapevolmente L’ENTROPIA del presente.

 

 

Feel the future syntropical stimulus and consciously reduce the ENTROPIA of the present.

Poiché la sintropia si propaga a ritroso nel tempo, i vissuti di calore e vuoto ci aiutano a sentire il futuro e ad orientare le nostre scelte verso obiettivi vantaggiosi.

(Since syntropy propagates backwards over time, the experiences of heat and vacuum help us to feel the future and to orient our choices towards beneficial goals. )

Il sistema nervoso autonomo e’ responsabile della SINTROPIA
cioè’ della proprietà’ del sistema biologico di evolvere verso l’ ordine , il minor spreco energetico
RIDUZIONE ENTROPIA
cioè’ verso
LA SALUTE

 

Il sistema nervoso autonomo regola automaticamente e inconsciamente le funzioni vitali del corpo, senza la necessità di alcun controllo volontario.
Quasi tutte le funzioni viscerali sono sotto il controllo del sistema nervoso autonomo che è diviso nei sistemi simpatico e parasimpatico.

 

PERCEPIAMO IL FUTURO

CON

IL CORPO

NELLA SUA INTEREZZA

Le fibre nervose di questi sistemi non raggiungono direttamente gli organi, ma si fermano prima e formano sinapsi con altri neuroni in strutture chiamate gangli, da cui altre fibre nervose formano sistemi, chiamati plessi, che raggiungono gli organi.

La parte simpatica del sistema è vicino ai gangli spinali e forma sinapsi insieme a fibre longitudinali, in un albero chiamato catena paravertebrale.

 

Il sistema parasimpatico forma sinapsi lontano dalla spina dorsale e più vicino agli organi che controlla.


I gangli del sistema simpatico sono distribuiti come segue:
3 coppie di gangli intracranici, situati lungo il trigemino,
3 coppie di gangli cervicali collegati al cuore;
12 coppie di gangli dorsali collegati ai polmoni e al plesso solare,
4 paia di gangli lombari che sono collegati attraverso il plesso solare allo stomaco, intestino tenue, fegato, pancreas e reni,
4 coppie di gangli in connessione con il retto, vescica e organi genitali.

 

 

Per molto tempo si è creduto che non ci fosse alcuna relazione tra il cervello e il sistema simpatico, ma oggi sappiamo che questa relazione esiste.


Il cervello può agire direttamente sugli organi attraverso la mediazione del plesso solare.

Esiste quindi un legame tra stati mentali e stati fisici.


Ad esempio, la tristezza agisce sul plesso solare attraverso il sistema simpatico, generando una vasocostrizione

 

Gli esperimenti mostrano che la sintropia agisce principalmente sul plesso solare e viene percepita come calore e benessere.
Al contrario, la mancanza di sintropia è percepita come vuoto e sofferenza.

 


Jung e Pauli hanno coniato il termine
sincronicità

per indicare una causalità invisibile diversa da quella a noi familiare.
Le sincronicità si manifestano come coincidenze significative, perché convergono verso un fine.
ATTRATTORE CAUSALE

La causalità invisibile agisce dal futuro e raggruppa gli eventi in base allo scopo.
( ATTRATTORE)


Le sincronicità sono significative perché hanno uno scopo.
La materia grigia è composta da cellule nervose che ci permettono di pensare, la materia bianca è composta da fibre nervose, estensioni cellulari, che ci permettono di sentire.
Il plesso solare e il cervello sono l’opposto l’uno dell’altro e rappresentano due polarità:
il polo dell’emettitore e il polo dell’assorbitore.
La stessa dualità che si trova tra entropia e sintropia.
Il plesso solare e il cervello sono strettamente collegati.
Da una prospettiva filogenetica il cervello si è sviluppato dal plesso solare.
Tra il cervello e il plesso solare c’è una specializzazione

 

BIOELETTRONICA E BIOLOGIA.

 

BIOLOGIA QUANTISTICA

 

La Bioelettronica

Le microcorrenti biologiche
La Bioelettronica misura le "microcorrenti", ovvero delle correnti debolissime che circolano normalmente nel corpo umano.

Dal 1941 al 1943, G. Stromberg, effettuò alla Fondazione Carnegie (USA) alcuni esperimenti che DIMOSTRARONO :

la produzione di campi elettroma­gnetici da parte degli esseri viventi;

campi che spariscono alla loro morte.

 

Nel corpo umano vi sono circa 60 trilioni di cellule immerse nell'acqua; queste cellule nascono, si riproducono, assolvono alla loro funzione specifica e muoiono.

Esse, durante la loro vita, producono una debole corrente elettrica che è una delle caratteristiche di tutta la materia vivente.

 

Queste deboli correnti si possono misurare applicando ad una cellula di grandi dimensioni (ad esempio, una cellula nervosa di calamaro) due elettrodi, l'uno in superficie, l'altro in profondità.

 

Collegando uno strumento sensibile (galvanometro) a questi elettrodi è possibile notare il passaggio della corrente che testimonia le forze elettromotrici presenti nella cellula.

 

La superficie interna della cellula offre una polarità negativa mentre quella della superficie esterna è positiva.

 

Questo fenomeno può essere spiegato con la differenza di concentrazione ionica tra l'ambiente interno della cellula (ricco di potassio), l'ambiente esterno (ricco di sodio), e l'attività della membrana che stabilisce il giusto passaggio degli elementi da un ambiente all'altro (osmosi).

 

È interessante notare che una qualsiasi eccitazione della superficie esterna della cellula provoca una corrente che tende a raggiungere la zona sollecitata. Sulla superficie interna, invece, il fenomeno è esattamente l'opposto.

 

L'utilizzo di sofisticati strumenti (elettrocardiogramma, elettroencefalogramma, ecc.) permette di anche di studiare e misurare i potenziali elettrici dei muscoli e dei nervi umani.

Quindi la

BIOELETTRONICA

e'

 

 

 "la scienza che misura oggettivamente, con apparecchiature elettroniche, qualsiasi soluzione liquida o resa liquida per mezzo di acqua distillata".

 

 

 

La Bioelettronica si interessa delle microcorrenti che scorrono nel corpo umano e nei miliardi di cellule che lo compongono.

 

Queste microcorrenti non sono costanti nel tempo, esse, infatti, risentono del passare degli anni e segnano la grande differenza che passa tra un corpo sano ed uno ammalato.

 

Quindi se ho uno strumento capace di misurare con precisione le variazioni di queste microcorrenti saro' anche in grado  di stabilire

 

lo stato in cui si trova un organismo nel momento in cui vengono fatte le misurazioni.

 

L'Analisi Bioelettronica permette di misurare le differenze che

distinguono un buon terreno

(corpo sano)

ed

un terreno degenerato

(corpo ammalato).

 

(Nelle analisi fatte sull'organismo umano viene considerato un campione di sangue, urina e saliva.)

Se io conosco lo stato del terreno di una persona è possibile effettuare la correzione più opportuna al fine di riportare i valori alterati nel limite accettabile.

Lavorando sulla tensegrita' fasciale del tessuto connettivo.

La forma che il corpo assume e' il substrato materiale che sostiene il flusso bioelettronico della MATRICE ,intesa come cristallo liquido.

Quindi miglioramento della salute attraverso il miglioramento del terreno.

salute migliore ed un'aumentata capacità di difesa immunitaria, consentendo perciò una migliore prevenzione di ogni tipo di patologia, anche quelle concernenti le sindromi degenerative.

L'analisi bioelettronica viene eseguita su un campione di sangue, urine e saliva, per un totale di 9 misurazioni.

I risultati elaborati da un computer, determinano l'età biologica del soggetto ovvero le condizioni in cui si trova il suo terreno biologico.

Il principio su cui si basano queste analisi si basa sul fatto che tutto l'equilibrio della nostra vita cellulare è regolato dalle variazioni elettromagnetiche.

La quantità e la qualità di tali scambi avviene entro valori piuttosto ristretti.

Le cellule, infatti, e'

"una microbatterie",

destinate a "scaricarsi" con il passare degli anni definendo così la degenerazione dell'organismo.

Con le misurazioni effettuate mediante la Bioelettronica è pertanto possibile determinare

lo stato del terreno

ovvero

l'età biologica di ogni individuo.

 

L'INVECCHIAMENTO E' UNA CRISTALLIZAZIONE

L'evoluzione dalla giovinezza alla vecchiaia, è di fatto la tendenza ad una progressiva cristallizzazione dei tessuti che compongono il corpo umano.

iN EFFETTI SAREBBE COME DIRE CHE LA SOSTANZA FONDAMENTALE DEL TESSUTO CONNETTIVO ACQUISTA SEMPRE DI PIU' LO STATO DI SOL PIUTTOSTO CHE DI. GEL.

QUINDI MAGGIORE FIBRE E MENO ACQUA CHE E' UN CONDUTTORE DI BIOELETTRICITA'.

Un accresciuto deposito di elettroliti è infatti la causa di problematiche quali:

artrosi, nevrosi, calcoli, arterosclerosi, tumori, cancri, ecc.

È per questo motivo che in bioelettronica si analizzano i valori del terreno senza tener conto di quale tipo di "agente patogeno" vi è insediato.

Se verranno riequilibrati i valori elettronici dell'ambiente, magari avvalendosi di un Mineralogramma, sarà possibile sopprimere o ridurre le pericolosità che i cosiddetti agenti patogeni presentano.

La Bioelettronica di Vincent, comunque, fornisce soltanto delle informazioni generali sullo stato dell'intero organismo.

.

 

IL TERRENO BIOLOGICO O BIOTERRENO

 

È noto che in ogni laboratorio biochimico, per far proliferare un dato microbo, si preparano colture adatte alla sua sopravvivenza. Solo in un ambiente, che chiameremo "terreno adatto", potremo ottenere la proliferazione del microbo.

Il "terreno biologico", comunemente detto "terreno", è l'insieme dei fattori e delle condizioni che caratterizzano un determinato organismo in un certo momento. Pasteur stesso dopo aver speso una vita studiando la microbiologia, prima di morire disse ad un suo assistente: "Claude Bernard aveva ragione, il terreno è tutto, il microbo è nulla". Pertanto un individuo che ha un "buon terreno" non lascia spazio alla malattia; è quindi il terreno che dobbiamo considerare e non gli eventuali aggressori (microbi, virus, ecc.).

A questo proposito va ricordato che durante tutte le gravi epidemie del passato non tutta la popolazione veniva colpita, ed erano proprio coloro rimasti sani a prestare le cure ai malati.

Essi, pur essendo a stretto contatto con i malati, non contraevano la malattia.

Coloro che restavano sani avevano infatti un buon terreno e perciò non adatto all'insediamento di quel dato agente patogeno.

È solo quando un agente patogeno trova il terreno adatto che si genera una "malattia".

Quando, parlando bioelettronicamente, il terreno è nei giusti valori, nei valori relativi alla Perfetta Salute (PS), gli agenti patogeni non possono fare alcun danno.

Da quanto esposto appare evidente come tutti i vaccini NON servano a nulla, anzi possono essere dannosi per la salute.

Il concetto di "terreno," non solo presenta un grande interesse nel campo della biologia, ma anche in quello relativo alla ricerca scientifica ed al controllo dell'efficacia o dannosità degli alimenti e dei prodotti farmacologici.

Questo perché l'analisi del terreno biologico permette un approccio veramente scientifico nella prevenzione e cura delle malattie. Appare infatti evidente quanto sia valido conoscere in anticipo la situazione organica e se esistono compatibilità o meno fra il paziente, la sua dieta e gli eventuali medicamenti.

La Bioelettronica di Vincent, detta anche "BEV", analizza le microcorrenti che scorrono nel corpo umano e nei miliardi di cellule che lo compongono.

Dalle indagini scientifiche appare che i vari processi di degenerazione e ricostruzione, che avvengono nel nostro organismo, non dipendono solo dai cambiamenti che si verificano a livello molecolare ma anche dalle variazioni elettroniche che possono influire sui vari processi che tengono aggregati gli elementi costitutivi della materia organica.

 

 

 

DANNI DOVUTI ALLA BIOCONDUCIBILITA' ELETTRONICA.

 

La Bioelettronica di Vincent, detta anche "BEV", analizza le microcorrenti che scorrono nel corpo umano e nei miliardi di cellule che lo compongono.

Dalle indagini scientifiche appare che i vari processi di degenerazione e ricostruzione, che avvengono nel nostro organismo, non dipendono solo dai cambiamenti che si verificano a livello molecolare ma anche dalle variazioni elettroniche che possono influire sui vari processi che tengono aggregati gli elementi costitutivi della materia organica.

 

Un cambiamento infinitamente piccolo delle particelle atomiche (atomi, ioni ed elettroni) riesce infatti a disturbare i processi che creano nuovi legami tra gli atomi (necessari affinché possano avvenire l'assimilazione e la ricostruzione), oppure impedirne il distacco (necessario per i processi di eliminazione). Si comprende pertanto come sia complesso il lavoro dell'organismo al fine di mantenere le molecole che lo costituiscono in un relativo equilibrio di conservazione.

 

 

 


 A questo punto il relativo organo bersaglio nell'organismo può ammalarsi in quanto si alterano i basilari parametri intracellulari ed extracellulari

rò, pH, rH2;

riportando in equilibrio queste relazioni, le cellule e il terreno si ripuliscono e
la malattia svanisce.
La malattia, in quanto tentativo di disintossicazione,programma biologico che si
attiva nella speranza di riportare in equilibrio i parametri intracellulari ed extracellulari
di

rò, pH    H2.

 

IL MOVIMENTO ,GLI ORMONI E LA COSCIENZA

 

IL RAGGIUNGIMENTO SINTROPICO NELLE STRUTTURE VIVENTI.

La sintropia e' quando il sistema biologico raggiunge un maggior grado di ordine ed allora disperde meno energia.

In realta' si succedono nel tempo vari stadi sintropice che entropici.

 

 

Gli stati mentali si formano attraverso l'esperienza individuale della struttura corporea,cos' il funzionamento cerebrale corrisponde a stati del corpo

 

 

Dal volume:

" LA PNEI E LE DISCIPLINE CORPOREE"

di Nicola Barsotti,Diego Lanaro,Marco Chiera,Francesco Bottaccioli

Edizioni edra

 

Noi esprimiamo le nostre
emozioni attraverso il linguaggio del corpo per
mezzo di specifiche posizioni e movimenti [95] e
tale connessione è bidirezionale: questo significa
che possiamo agire sullo stato emotivo modificando
le nostre posture e i nostri movimenti.

Il concetto
originato dall'idea di Darwin [96] e dalla teoria
di James (97) postula che le risposte corporee agli
stimoli sono necessarie per l'esperienza emotiva
e quindi i sentimenti non sono la causa dell'atti-
vazione del sistema autonomo e delle emozioni,
ma piuttosto la conseguenza.

Teorie successive
hanno confermato questa ipotesi proponendo
che il feedback sensoriale dal viso ai movimenti
posturali contribuisca significativamente all'espe-
rienza emotiva [98-100].

The interior space as the basis of health

All our organs and systems can function properly if they are located in an internal space that allows them good drainage and blood circulation expansibility.our organs and systems can function properly if they are locate in an internal space that allows them good drainage and blood circulation expansibility.

PREMESSE EPIGENETICHE

 

 

 

L'ESPERIENZA ,SOPRATTUTTO IL VISSUTO FISICO ,E' CAPACE DI MODIFICARE L'ESPRESSIONE DEL GENOMA.

 

 

BIOENERGORESET

IL BIOENERGORESET

Cos'è l'energia del sistema variabile?

Ad ogni grado di relazione tra variabili corrisponde un VALORE DI COERENZA DI UN SISTEMA BIOLOGICO.

PIU' COERENZA E' ESPRESSA DAL SISTEMA BIOLOGICO,CIOE' LA SUA NON PERDITA DI ENERGIA ENTROPICA,PIU', POSSIAMO DIRE,SI MANTIENE LO STATO DI SALUTE E LA RISPOSTA VALIDA DEL SISTEMA IMMUNITARIO CONTRO LE AGGRESSIONI.
La medicina moderna ,per quanto attiene le patologie funzionali ,dovrà lavorare affinché un sistema terapeutico comporti un'informazione atta a determinare una coerenza nel sistema biologico .
Cioe’ un andamento del sistema verso la entropia negativa .

NEGENTROPIA SINTROPIA.
Sappiamo che il termine entropia significa che ogni sistema biologico evolve verso una condizione di maggiore disordine e perdita della energia mentre l'entropia negativa e’ l'evoluzione del sistema verso una condizione di maggiore ordine quindi verso un aumento della energia del sistema stesso .
Pertanto la metodica del

“ BIOENERGORESET”

si propone di aumentare il livello di coerenza del sistema al fine che tutte le reazioni biochimiche possano andare verso una condizione di ordine

spazio-temporale.

NEUROPLASTICITA' BASE DEL COMPORTAMENTO ADATTATIVO.

 

 

Il nostro cervello e' anche l’unico organo capace di modificarsi per adattarsi al mondo esterno.

OGNI FORMA DI MEMORIZZAZIONE DIPENDE DALLA NEUROPLASTICITA'

La plasticità cosidetta NEURONALE  non dipende da un unico meccanismo DEI NEURONI:

si tratta piuttosto di un’ampia gamma di fenomeni che inducono rimodellamenti strutturali .

DOBBIAMO INOLTRE SOTTOLINEARE CHE SI E' TROVATA UNA STRETTA CORRELAZIONE TRA NEUROPLASTICITA' E COME QUESTA E' INFLUENZATA DALL'AMBIENTE ORMONALE.

Il cervello, quindi, non è solo un sistema incredibilmente complesso, ma è  di forma, numero e posizione delle cellule – o funzionali – perdita e creazione di nuove sinapsi, ma anche potenziamento e depotenziamento delle sinapsi preesistenti.

  I rimodellamenti strutturali avvengono soprattutto durante lo sviluppo embrionale ma dopola plasticità sinaptica accompagna l’uomo in tutta la sua vita adulta.


La parte del sistema nervoso che si trova a livello della nuca sotto gli emisferi è il cervelletto, l’area deputata al :

1) controllo motorio

2)alla coordinazione e

3)alla memoria procedurale, ossia il saper fare.
Grazie al cervelletto, che costituisce circa il 10% del cervello, riusciamo a coordinare il movimento e a memorizzare sequenze che vengono immagazzinate al suo interno.

Al di sotto della corteccia, nelle aree più profonde del cervello troviamo il sistema limbico, che combina funzioni mentali superiori, come la memoria e l’apprendimento, con altre parti evolutivamente molto più antiche, legate alle emozioni.

 Si compone di diversi elementi, tra cui l’ipotalamo, l’ippocampo e l’amigdala.

L’ipotalamo è la nostra bilancia interna: ci permette di mantenere costanti alcuni parametri al variare delle condizioni esterne, ad esempio la temperatura temperatura.

Come tutti i mammiferi, infatti, riusciamo a mantenere una temperatura interna di 37 gradi sia d’inverno, quando nell’ambiente si raggiungono temperature prossime allo 0, sia d’estate quando si arriva quasi a 40 gradi.

Come facciamo? È grazie all’ipotalamo che reagisce alle variazioni di temperatura attivando meccanismi per riportarla a quella ottimale. In estate, ad esempio, stimola la sudorazione e ci evita così il surriscaldamento interno.

Tra le funzioni dell’ipotalamo c’è anche la regolazione del rilascio di ormoni e dell’appetito.

Uno dei componenti  del sistema limbico è l’IPPOCAMPO.

Si tratta di una struttura, dalla particolare forma di cavalluccio marino, scoperta dall’uomo centinaia di anni fa e ampiamente studiata da biologi, medici e fisiologi di tutti i tempi.

L’IPPOCAMPO è essenziale per la MEMORIA e l’APPRENDIMENTO, il suo sviluppo continua per tutta la vita e i danni a questa particolare regione causano amnesie e patologie caratterizzate da gravi deficit nella memoria, come la malattia di Alzheimer.

Vicino all’ippocampo, infine, si trova l’amigdala, una struttura coinvolta nelle reazioni di paura e nel comportamento aggressivo.

Al sistema limbico giungono, inoltre, i segnali provenienti dai circuiti della ricompensa, un sistema incredibilmente plastico, che ripaga con il piacere, il senso di benessere, la soddisfazione o l’euforia l’espletamento di una funzione naturale o appresa e memorizzata.

Il piacere servead invrementare  azioni essenziali alla sopravvivenza.

Il piacere sessuale è un esempio di questo meccanismo: l’accoppiamento permette la sopravvivenza della specie e il piacere spinge l’uomo a copulare.

Le  droghe creano nel cervello delle modificazioni a lungo termine, agendo proprio sul circuito della ricompensa, e queste alterazioni sono responsabili della dipendenza.

Il cervello, quindi, non è solo un sistema incredibilmente complesso, ma è anche l’unico organo capace di modificarsi per adattarsi al mondo esterno.

La plasticità però non dipende da un unico meccanismo:

si tratta piuttosto di un’ampia gamma di fenomeni che inducono rimodellamenti strutturali ; come cambiamenti di forma, numero e posizione delle cellule – o funzionali – perdita e creazione di nuove sinapsi,ricompensa,ma anche potenziamento e depotenziamento delle sinapsi preesistenti.

 

NEUROGENESI COSCIENZA NEUROPLASTICITA' BIOENERGORESET

LA NEUROGENESI COERENTE

ALLA BASE DELLA PROPRIETÀ' EMERGENTE CIOÈ ' LA COSCIENZA.

L'ESPERIENZA FISICA COERENTE , CIOÈ' DI INTEGRAZIONE FASCIALE , AMPLIA LO STATO DI COSCIENZA E CREA UN MAGGIORE SPAZIO INTERNO DOVE LA FUNZIONALITÀ' ORGANICA E' MAGGIORE.

in realta' il cervello e' fatto solo per il 10% di neuroni,mentra per resto e' formatoda GLIA.

IL LORO NOME DERIVA DAL GRECO E SIGNIFICA

" COLLA "

QUESTE CELLULE CONTRLLANO DIVERSI ASPETTE  DELLO

SVILUPPO

E

DELLA PLASTICITA' DEL SISTEMA NERVOSO.

poi ci sono:

Miss S anche detta cellula di Schwann

e

Mr O oligodendroglia

SONO DUE ISOLANTI CHE PRODUCONO MIELINA

che quste cellule avvolgono intorno all'assone.

grazie a queste cellule la dispersione elettricasono ridotte al minimo.

Anche nell'adulto Miss S e Mr O continuano a formarsi ed a produrre nuova mielina.

modificando "L'ISOLAMENTO DEI NEURONI".

Quindi quando si memorizza una nuova sequenza di movimenti,altra mielina viene prodotta e depositata.

Se questo processo non si verifica l'apprendimento non si puo' verificare.

 

 

Approach to consciousness in guided experience.
We can consider consciousness as the spectrum of electromagnetic radiation.
Starting from the principle that the state of consciousness is ' capable of forming that recruiting of neuronal synapses able to determine behavior
It could happen that the observer effect face collapsing the waveConsistency is instinctual action related

IL CONCETTO DI ENERGIA. PINEALE.

Bioelectromagnetic and subtle energy medicine: the interface between mind and matter.

Rosch PJ. Ann N Y Acad Sci. 2009.

Abstract

The concept of a "life energy" can be found in many cultures in the present time, as well as in past eras reaching back to the ancients. Variously called qi (chi), ki, the "four humors,"prana, "archaeus,""cosmic aether,""universal fluid,""animal magnetism," and "odic force," among other names, this purported biofield is beginning to yield its properties and interactions to the scientific method. Subtle energy is the term used in this chapter, which traces the recent history of subtle energy studies from Harold Saxton Burr and Björn Nordenström to Jim Oschman and Jacques Benveniste. This work takes signaling in living systems from the chemical/molecular to the physical/atomic level of communication. Effects on heart rate variability, stress response, inflammation, and the vagus nerve have been demonstrated and raise the question--Can the power of subtle energies be harnessed for health enhancement? It is fully accepted that good health depends on good communication both within the organism and between the organism and its environment. Sophisticated imaging procedures brought to bear on telomere, stem cell, and genetic research are confirming the ability of meditation and some other traditional practices to promote optimal health through stress reduction.

PMID

 19735252 [PubMed - indexed for MEDLINE]

Full text

Similar articles

See all

ELETTROMAGNETISMO NEL VIVENTE

Gia' Epicuro parlava di qualcosa che gli atomi si scambiano tra loro.

Solo a meta' dell'ottocento si cominciano a studiare i fenomeni elettromagnetici.

Solvay 18o4 " I fenomeni della vita potrebbero essere spiegati attraverso l'azione delle sole forze fisiche che governano l'universo e tra queste ha un ruolo dominante l'elettricita' ."

Faraday

Maxwell

Shumann

LIBOFF

Adey

Zhadin

Del Giudice

Preparata

Legame stretto tra l'applicazione di campi magnetici sulle forze magnetiche proprie del corpo umano e dei suoi diversi organi

MAGNETISMO DI BASE

 

La condizione naturale di vita e' relativa al campo magnetico terrestre compreso tra 20 e 70 micro Tesla.

Si ritrovano energie elettromagnetiche particolari in corrispondenza dei nodi dei reticoli di Hartman.

Le condizioni elettromagnetiche variano inoltre in relazione della vicinanza ad altre specifiche condizioni come : erogatori di campo elettromagnetico , antenne , corsi d'acqua.

Glatzmaier e Roberts, 1996




CAMPI ELETTROMAGNETICI ED I SISTEMI VIVENTI.

 

I campi elettromagnetici derivano dalle variazioni della corrente presenti in tutte le strutture viventi.

Tutte le strutture viventi emettono un proprio segnale elettromagnetico.

In passato i segnali elettromagnetici non erano considerati perche' ritenuti  trascurabili.

Numerose ricerche hanno ora dimostrato che e' possibile individuare un debole segnale elettromagnetico in tutti i sistemi biologici.

Goldman eh al. 1993

 

Zanini ( 1994)

Osserva che

In una soluzione di acqua ed acido glutammico

 

Sotto sta ad un campo magnetico di 25 micro T portava ad un incremento di potenziale della soluzione di 80 mV.

Questo era vero se si procurava una frequenza, che era propria di un particolare elettrolita .E vide anche che quando l'intensita' di corrente generate quel campo elettromagnetico , andava oltre un certo valore, l' effetto scompariva.Cioe' l'incremento della differenza di potenziale della soluzione.Questo effetto puo' ricondursi alla presenza dei domini di coerenza dell'acqua.Cioe' CI sono come dei blocchetti di acqua che si muovono

TEORIA DEI " DOMINI DI COERENZA "

Del Giudice, Preparata, Fleischmann, Talpo ( 2000 )

 

Gli ioni di ogni data specie formano dei sistemi coerenti.

L'acqua in particolare si organizza per insiemi coerenti e frazione non coerente.

Nel corpo umano l'acqua e' organizzata per il 40 % in insiemi coerenti della dimensione di circa 500 Amstrong.









ABRAHAM LIBOFF

Effetti dei campi elettromagnetici sul comportamento dei topi .

Sintonizzando la frequenza del campo elettromagnetico sul calcio , le diatomee si muovevano piu' velocemente; mentre sintonizzando la frequenza sul potassio, sempre le diatomee si muovevano piu' lentamente.

ANCHE LE PIANTE ESPOSTE A CAMPI MAGNETICI, sincronizzati sulla frequenza del calcio, credono piu' velocemente. Riparazione delle fratture delle ossa, dopo esposizione a campi elettromagnetici.

La ionorisonanza ciclotronica fu utilizzata anche per studiare la rigenerazione cellulare in seguito all'esposizione di campi elettromagnetic.A questo fine su utilizzarono le Planarie , vermi che sono in grado di riformare parti del loro corpo, quando queste parti vengono asportare.Ebbene si vide che la rigenerazione del corpo delle Planarie avveniva piu" velocemente sotto l'effetto dei campi elettromagnetici.EFFETTI DI AUMENTO DEL FATTORE DI CRESCITA INSULINO SIMILE DPO ESPOSIZIONE A CAMPI ELETTROMAGNETICI.

 

 david v ma è stato uno scienziato filosofo del massimo livello del secolo scorso fu stretto fu attento soprattutto ai fenomeni  che avrebbero solo in un secondo tempo portato le teorie con la sua opera principale 

 

Cosa manca ad una visione chimica del vivente.

 

Ogni cellula ha un voltaggio negativo all'interno ed un voltaggio positivo all'esterno quindi : ogni cellula vivente è una pila.

 

Ogni cellula al montaggio pari a 1,4 elettron Volt ;considerando 50.000 miliardi di cellule abbiamo 1,4 × 50.000 miliardi = 70.000 miliardi di elettro Volt di elettricità nel nostro corpo.

 

Con le tecniche bioenergetiche possiamo convertire e bilanciare l'energia chiamata QI ed utilizzarla come sistema terapeutico.

 

 

 

 

 

Spesso identifichiamo l'uomo come una somma di reazioni biochimiche. 

 

La biochimica del corpo umano ,quindi la sequenza delle reazioni di ossido riduzione non si spiega se non individuiamo l'elemento che fornisce il flusso elettronico per questa concatenazione di reazione .

 

Le quattro forze che regolano il nostro universo sono 

 

1la forza di attrazione forte ,forza di attrazione debole ,forza di gravità è il campo elettromagnetico. Quindi per forza chimica non compare . Perché in realtà la chimica e' un prodotto di queste forze.

 

Il campo elettromagnetico agisce nel vivente su due livelli uno più' basso : la struttura cellulare ed un altro più alto come quando andiamo a farci un elettroencefalogramma. Cioè livello del funzionamento dei grandi organi.

 

 

 

Non abbiamo   una comprensione del meccanismo di azione biologico del campo elettromagnetico.

 

A partire dagli anni 80 numerosi scienziati si dedicarono a questo problema : Liboff

 

Blackman. Chiabrera

 

L'unica teoria che sembra abbastanza attendibile è quella formulata da Liboff : della ionorisonanza ciclotronica.

 

Abraham R. Liboff 

 

Professor Emeritus Ph.D., New York University

 

Il dispositivo SEQEX® trae le sue origini dalla ricerca condotta a metà degli anni Settanta dallo scienziatoW.R. Adey il quale scoprì che è possibile stimolare gli ioni biologici negli esseri viventi attraverso l’uso di campi elettromagnetici a bassissima intensità e frequenza.

 

Negli anni seguenti, Carl Blackman, scienziato dell’americana EPA (Environmental Protection Agency – Agenzia di Protezione dell’Ambiente) scoprì che questi risultati dipendevano criticamente dalla direzione di applicazione dei campi elettromagnetici.

 

Nel 1984 il Prof. A.R. Liboff, interessato all’epoca agli effetti biologici delle radiazioni cosmiche, ipotizzò che le scoperte di Adey e di Blackman potessero essere facilmente spiegate supponendo che il campo magnetico terrestre o Campo Geomagnetico – CG (Geo Magnetic Field – GMF) interagisse con i campi variabili applicati producendo un fenomeno noto come Ionorisonanza Ciclotronica (Ion Ciclotron Resonance ICR – di seguito Ionorisonanza) direttamente all’interno dei tessuti.

 

In fisica il fenomeno della Ionorisonanza è ben conosciuto: esso richiede l’applicazione simultanea di due campi magnetici paralleli, uno statico ed uno variabile nel tempo.

 

Comunque, fino a quel momento nessuno aveva mai previsto che la Ionorisonanza si potesse verificare anche nei sistemi biologici, essendo questo tipo di risonanza poco comune alle basse frequenze salvo nel vuoto estremo come ad esempio nello spazio.

 

Nondimeno Liboff, supponendo che gli effetti osservati in laboratorio da Adey e Blackman fossero dovuti alla Ionorisonanza dimostrò, in base alle frequenze usate ed ai valori del CG, che i fenomeni verificati producevano esattamente un risultato prevedibile.

 

In particolare dimostrò come la gamma di intensità del CG sulla superficie terrestre corrispondesse a frequenze di Ionorisonanza, frequenze molto basse e fisiologicamente significative in grado di sollecitare ioni biologici chiave come ad esempio calcio, potassio e magnesio.

 

In seguito Liboff mostrò anche come queste scoperte avessero un’importanza rivoluzionaria: le osservazioni di Adey e Blackman descrivono effettivamente una proprietà elettromagnetica intrinseca degli esseri viventi.

 

Dimostrò inoltre che i precedenti successi con i campi magnetici pulsati (PMF-Pulsed Magnetic Field noti anche come magnetoterapia) per trattare patologie ossee, come artrosi, osteoporosi o ritardi di consolidamento presentati dal Dr. C.A.L. Bassett negli anni ’70 erano più verosimilmente casi particolari di Ionorisonanza, effetti fisici noti derivanti dalla capacità delle frequenze a banda larga nei segnali PFM di includere talvolta frequenze di Ionorisonanza.

 

Per verificare queste ipotesi Liboff con l’aiuto del Prof. S.D. Smith e del Prof. B.R. McLeod, del dott. J. Thomas e dello studente K. A. Jenrow, si imbarcò in una lunga serie di esperimenti su vari organismi.

 

Questi esperimenti e molti altri nel mondo provano senza ombra di dubbio che combinazioni di Ionorisonanza di campi magnetici sintonizzati su certi ioni possono avere profondi effetti sugli esseri viventi siano essi una coltura cellulare o un organismo completo.

 

Anche un altro ricercatore, il Dr. Mikhail Zhadin osservò gli effetti dell’ICR su diversi organismi conducendo esperimenti che mostrarono cambiamenti repentini nella conduttività elettrica di soluzioni acquose di aminoacidi indotti da campi magnetici a frequenze di Ionorisonanza.

 

Tuttavia, malgrado le conferme sperimentali e i contributi di Liboff, Lednev, Blanchard, Zhadin, Del Giudice ed altri, ad oggi non esiste una spiegazione teorica esauriente delle ipotesi sulla Ionorisonanza.

 

Nel 1987 fu autorizzata dall’americana FDA (Food and Drug Administration) la prima applicazione medica della Ionorisonanza per trattare i ritardi di consolidamento nelle fratture ossee e pochi anni dopo un secondo impiego medico fu approvato per aiutare la fusione spinale (nella spina bifida); trattamenti, questi, erogati localmente nella zona della lesione o sintomo.

 

Ad oggi, queste applicazioni della Ionorisonanza generano un fatturato annuale mondiale di circa 85 milioni di dollari.

 

» La nascita di un nuovo dispositivo

 

Alla fine degli anni ’90 un tipo di trattamento totalmente diverso fu proposto in Italia dall’azienda S.I.S.T.E.M.I. srl. Con l’aiuto di ingegneri e ricercatori venne progettato un dispositivo elettromedicale chiamato SEQEX® per trattare con frequenze Ionorisonanza-simile in modo veramente olistico non una singola zona, ma l’intero organismo umano.

 

I ricercatori di S.I.S.T.E.M.I. srl traendo ispirazione dall’originaria intuizione di Liboff in base alla quale tutti gli esseri viventi hanno intrinseche proprietà biologiche di Ionorisonanza-simile, considerarono ragionevole aspettarsi che queste proprietà fossero condivise dall’intero organismo. Partendo da questo presupposto, i ricercatori ne ricavarono che l’applicazione esterna di segnali magnetici di Ionorisonanza-simile su tutto il corpo avrebbe potuto essere d’aiuto per il recupero del benessere degli individui.

 

 

 

 

 

Per comprendere la Ionorisonanza ciclotronicache dobbiamo conoscere  due fenomeni :

 

1) la forza di Lawrence e 

 

2) Calcium binding.

 

Lawrence scoprì agli inizi del novecento che una particella carica che si muove vicino ad un campo elettromagnetico riceve una deviazione sulla sua traiettoria se la spinta perdura per un certo tempo la traiettoria della particella diventa circolare.

 

« La gente non si rende conto di quale grande influenza abbia avuto Lorentz sullo sviluppo della fisica. Non possiamo immaginare come sarebbe andata se egli non avesse dato tanti contributi impareggiabili »

 

(Albert Einstein)

 

Hendrik Antoon Lorentz (Arnhem, 18 luglio 1853 – Haarlem, 4 febbraio 1928) è stato un fisico olandese.

 

 

 

È famoso per le sue ricerche sull'elettromagnetismo e l'elettrodinamica.

 

 

 

Alcuni suoi contributi importanti come le trasformazioni di Lorentz (e alcune ipotesi sulla contrazione dei corpi in movimento) furono utilizzate da Albert Einstein per la descrizione dello spazio e del tempo nella formulazione della relatività ristretta.

 

 

 

Ricevette nel 1902 il Premio Nobel per la fisica assieme a Pieter Zeeman per la scoperta e la spiegazione teorica dell'effetto Zeeman.

 

 

 

Il fenomeno del calcio binding: alcuni ricercatori come blackmann nel 1985 effettuarono degli esperimenti sul trasporto degli ioni calcio.

 

Esperimenti furono effettuati su tessuto cerebrale e si vide che la perdita degli ioni calcio dipendeva dalla frequenza del circuito elettromagnetico a cui il tessuto nervoso era esposto. Quindi si trovò in questi esperimenti una finestra di frequenze in cui il fenomeno si verificava, e successivamente fu trovata anche una finestra di ampiezze che provocavano il fenomeno.

 

La frequenza ciclotronica avviene anche non solo in un ambiente protetto , come gli acceleratori lineAri , ma anche avviene nella vita di tutti giorni.

 

 

 

IL FENOMENO DEL CALCIUM BINDING.

 

Blackman nel 1985  fece un esperimento sui cervelli di embrioni di pollo.

 

Immerse in una soluzione di calcio marcato da un tracciante radioattivo cervellini di embrioni di pollo.E applico' dei campi elettromagnetici aquesti cervelli in soluzione ed osservo' che ,ad una determinata frequenza ,queste cellule del cervello ,ancora vive ,perdevano il calcio .

 

 Quindi dedusse che la percentuale di calcio persa da questi cervelli era correlata con la frequenza, che veniva applicata  .

 

Ma Blackman scoprì anche  che ,quando si parla di campi elettromagnetici esiste l'effetto finestra  : cioè' quando diamo un certo livello di campo succedono cose poi se aumentiamo non succede nulla .Quindi non esiste l'effetto dose correlato.

 

 

 

LA BIOLOGIA TEMPORALE

IL BIOENRRGORESET SI OCCUPA DI METODI ESPERENZIALI FINALIZZATI A MIGLIORARE LA SINCRONICITA' DEI SISTEMI BIOLOGICI.

 

Adattamento,salute e ritmo.( La CRONOBIOLOGIA)

Gli organismi hanno la capacità' di organizzare le loro funzioni non solo in senso spaziale , ma anche in senso temporale.

Scandiscono il tempo.

Infatti qualsiasi costituente di una cellula vivente e' in grado di cambiare alcuni o tutti i suoi attributi come forma,posizione nello spazio,concentrazione ed attività'; in un arco di tempo più' o meno definito .

 

Le oscillazioni dei valori di un parametro possono essere ritmiche,cioè' avvenire con una frequenza periodica ben definita

I parametri biologici variano in funzione dello spazio e del tempo.

Un ritmo e' definito da:

1) Periodo, cioè' frequenza delle oscillazioni o fase.

2) Dall'ampiezza ,massima escursione dal valore medio riscontrato del parametro esaminato nel periodo di tempo preso in esame.

3) Acrofase , tempo in cui il parametro raggiunge il valore più' elevato.

In realtà' i ritmi biologici sono definiti da oscillazioni semplici solo in alcuni casi ; altre volte presentano oscillazioni complesse fino ad arrivare al CAOS : cioè' oscillazioni che non riportano il parametro biologico esaminato ad un certo valore in un periodo di tempo ben determinato.Per esempio la produzione delle cellule del sangue ,anche in uno stato normale non patologico, e' caotica.

Il passaggio ad un andamento caotico di certi ritmi biologici si osserva anche nella genesi dei tumori e nelle depressioni.

Il periodo o fase del ritmo può' essere di alcuni secondi come si osserva ,per esempio per il ritmo cardiaco , che si manifesta molte volte in un giorno ( RITMO ULTRADIANO); oppure ogni ventiquattro ore come il ritmo sonno-veglia ( RITMO CIRCADIANO);

Poi ci sono i ritmi settimanali,mensili,annuali.

POICHE' la maggior parte dei ritmi e' di tipo CIRCADIANO si penso' che a determinare i ritmi fossero le condizioni ambientali, come il succedersi delle ore di luce e di ombra.

Ma si scoperse poi che i ritmi erano presenti anche in condizioni di cecità' o in chi dimorava,per, esempio in un posto non raggiunto dalla luce solare.

Oggi sappiamo che la PERIODICITÀ' e' un fenomeno interno dell'organismo.

Non richiede necessariamente la presenza del cervello ; e' presente oltre che nell'uomo e negli animali,anche nelle piante.

Questa periodicita' e' espressa anche da singole molecole.

Oggi si parla infatti di orologi interni,necessari a mantenere lo stato di salute.

 

 

 

VALUTARE LO STATO DI SALUTE.

LO STATO DI SALUTE PUO' ESSERE VALUTATO ATTRAVERSO LO STUDIO DI DUE PARAMETRI.

1) RITMI NEUROENDOCRINI CONSERVATI.

2) PRESENZA E GRADO DELLA DISORGANIZZAZIONE NEUROLOGICA.

BIOLOGIA TEMPORALE

LA GRANPARTE DEI FENOMENI BIOLOGICI AVVIENE IN MODO PERIODICO.

LA CRONOBIOLOGIA STUDIA I FENOMENI CICLICAMENTE RIPETITIVI CIOE' FENOMENI CHIAMATI RITMICI,PER ESEMPIO : IL RITMO MESTRUALE ; LE VARIAZIONE DELLA CONCENTRAZIONE DI ALCUNI ORMONI NEL SANGUE DURANTE IL GIORNO.

L'ANALISI CRONOBIOLOGICA INTRODUCE IL PARAMETRO " TEMPO " COME VARIABILE OBBLIGATA PER MISURARE ANCHE LO STATO DI SALUTE DEI SISTEMI BIOLOGICI.

LA DISORGANIZZAZIONE NEUROLOGICA.

QUANDO UN ORGANISMO GODE DI BUONA SALUTE LA FUNZIONE MUSCOLARE E' PREVEDIBILE.

PREMESSE SULLA FISICA QUANTISTICA

NELLA FISICA CLASSICA LA MATERIA ERA RITENUTA INERTE. CIOE' IL MOTO ERA POSSIBILE SOLO SE INTERVENIVA UN  FORZA.

NELLA FISICA QUANTISTICA LA MATERIA HA UNA OSCILLAZIONE CONTINUA VARIABILE CHE TENDE AD ADATTARSI AGLI STATI DI MINORE ENERGIA

 

IMPORTANZA DEL MODELLO INFORMAZIONALE

 

Gli studi di Einstein, Froelich, Shimmel, Pishinger ed Heine hanno dimostrato che il nostro organismo può essere rappresentato come una grande rete di  informazione, addirittura più complessa di internet, attraverso cui gli organi si inviano continuamente fasci di fotoni coerenti (quanti luminosi organizzati),  che poi modificano le strutture chimiche cioe' ormoni,neuropeptidi e neurotrasmettitori,che sono appunto i mediatori della informazione -modello.
Il nostro organismo è  UN SISTEMA NON LINEARE ,CAPACE DI CONSERVARE LA COERENZA QUANTISTICA CHE , A SECONDA DEI CASI OSCILLA DAL CAOS AD UNO STATO ARMONICO.

E' errato quindi pensare ad una catena chimica psiconeuroendocrina perche' questa in realta' si modifica continuamente passando da stati coerenti a stati meno coerenti.

E da queste modalita' deriva il nostro comportamento ed il nostro modo di rispondere agli stressor ed agli agenti patogeni.

E' ESSENZIALE DUNQUE MODIFICARE IL MODELLO ,LO SCHEMA PRESENTE NELLA MATRIX CONNETTIVALE COME MEMORIA ELETTROMAGNETICA.
La ricerca, con questo approccio, permette di entrare direttamente nel sistema informatico e misurando, ottenendo valutazioni oggettive, consente inoltre di individuare quali fattori estranei non permettono un corretto fluire delle informazioni.

Un organo in cui viene ripristinata una corretta informazione è un organo che normalmente si autoripara o acquisisce uno stato di salute maggiore, permettendo una migliore qualità della vita.

IDENTITA' CORPOREA E SALUTE

VELAZQUEZ :
VENERE ALLO SPECCHIO

L'IDENTIFICAZIONE E' IL MEZZO DI COMUNICARE IL MESSAGGIO INTEGRATO CHE GENERA NELL'ORGANISMO IL PIU' ALTO GRADO DI BUONA RISPOSTA A TUTTI GLI STRESSOR E SU TUTTI I LIVELLI SIA PSICHICO CHE ORMONALE CHE NEUROLOGICO CHE IMMUNITARIO

IL LAVORO DEL METODO E' LA SENSIBILITA' AL RICONOSCIMENTO ED ALLA ACCETAZIONE .

INDUZIONE DI CAMPO

L'adattamento di forma come primo momento di risposta agli stressor .
Intendiamo per forma la maggiore o minore integrazione delle fascie connettivali che potrebbe essere definita :
" CAMPO D' INDUZIONE "
Entro questo campo si struttura la risposta chimica della catena NEUROPEPTIDI ed ormoni legati al comportamento.
Se non ristrutturiamo il circuito-forma attraverso una tecnica Esperenziale che parte dall'integrazione fasciale e dalla coscienza ,il circuito indotto si perpetuerà' lungo tutto il percorso della vita ; creando vari eventi patologici.y
 
Il corpo e' fatto principalmente di collagene ed acqua
Il tessuto connettivo e' la componente più' abbondante della materia animale .
Questo tessuto determina la forma ma soprattutto e' il primo recettore degli stimoli esterni attraverso fini adattamenti e noi lo consideriamo il primo effettore della risposta comportamentale -adattativa mediata dalla risposta psiconeuro endocrino immunologica.
Tanto è ' vero che tutti i grandi sistemi di comunicazione del corpo : circolatorio   , endocrino , linfatico sono rivestiti da tessuto connettivo. Quindi qualsiasi adattamento di forma che poi modifica la conducibilità' del tessuto connettivo tramite l'effetto piezoelettrico costituisce un segnale d'innesco delle via neuroendocrina .
Il tessuto connettivo e' un semicristallo i cui componenti sono dei semiconduttori .
Young ci fornisce uno studio approfondito ,che spiega come la plasticità' del tessuto connettivo possa essere la base del meccanismo della memorizzazione dei dati che vengono recuperati con la terapia.
Possiamo toccare inducendo un campo che si chiama INFORMAZIPNALE alcune parti del corpo ed evocare una risposta sia sul piano fisiologico che emozionale.
Per esempio nei tessuti immobilizzati le fibre collagene orientate in modo causale non vengono eliminate ed i muscoli inattivi cominciano ad aderire l'uno con l'altro ; rendendo difficile la trasmissione bioelettromagnetica.
Cyriax 
 
 
 
 
 
Ciò ' che consideriamo struttura e' la conseguenza di onde polarizzate di energia .Per tanto quelli che noi vediamo come cristalli sono gli allineamenti delle componenti rotanti come l'acqua.

DIETRO LA PATOLOGIA FUNZIONALE

I SINTOMI CORRISPONDONO ALLA MANIFESTAZIONE PATOLOGICA DI UN INDIVIDUO .

MA LA DOMANDA E' :
A CHE LIVELLO SI TROVA LA LESIONE ?
SUL PIANO STRUTTURALE - LESIONALE O SUL PIANO BIOCHIMICO-FUNZIONALE OD ANCORA SUL PIANO INDUTTIVO DI CAMPO ELETTROMAGNETICO.
IL FATTO , PER ESEMPIO ANCHE DELL'ASPORTAZIONE DI UN ORGANO ; MOTIVATA DA GRAVI PATOLOGIE STRUTTURALI NON RISOLVE IL PROBLEMA PIÙ' PROFONDO DELL'INDUZIONE ENERGETICA CHE HA PROVOCATO LA LESIONE E CHE PUÒ' MANIFESTATSI ANCHE CON UNA NUOVA E DIVERSA PATOLOGIA.

LA MEDICINA ENERGETICA CONSIDERA CHE ALL 'ORIGINE DI UN EVENTO MORBOSO CI SIA IL VENIR MENO DI UNA PERDITA DI COMUNICAZIONE ; DI UNA INFORMAZIONE TRA IL SE'. DELL'INDIVIDUO LA SUA FISICITÀ ' E L'AMBIENTE CHE LO CIRCONDA .

QUINDI L'INFORMAZIONE O L'IDENTITÀ ' E' PRIMA SUL PIANO DI CAMPO , COSIDETTO , INFORMAZIONALE
E POI DI REAZIONI A CATENE NELLA VIA PSICONEURO -ENDOCRINA.