IL SISTEMA DEI NEURONI SPECCHIO IL SISTEMA " MIRROR ".

RIZZOLATTI :

" Ora noi sappiamo che le nostre relazioni sociali sono determinate prima che dall'intelletto,dalla capacita' corporea di risuonare con gli altri."

BIOTENSEGRITA '

PREMESSE

Le forze che il corpo utilizza per intergire con l'ambiente :

1) le forze CINETICHE generate dai movimenti del corpo,che possono piu' o meno seguire schemi .

2) le forze PIEZOELETTRICHE ,generate dai neuroni o dalla compressione meccanica e rilascio di alcuni tessuti ,come per esempio ,il tessuto osseo.

3) le forze gravitazionali cioe' la forza che ci trattiene incollati al suolo.

il nostro corpo in base ad una azione coordinata tra coscienza e principio di integrazione risponde e si adatta all'ambiente esterno.

Il PRINCIPIO

DI

INTEGRAZIONE

e' la possibilita' del corpo di muoversi e di esprimersi con un basso spreco energetico in quanto utilizza catene muscolari unite da connettivo fasciale.

( TENSEGRITA'.)

 

IL POTETE DELLA IMMAGINAZIONE.

IMMAGINAZIONE MECCANISMO DI ADERENZA AD UN ARCHETIPO 

PER ESEMPIO IMMAGINARE IL MOVIMENTO DI UN ANIMALE E RIPETENDOLO CREARE QUELLA RECLUTAZIONE DELLE SINAPSI NEURONALI ATTE A FORNARE CIRCUITI A BASSO DISPENDIO ENERGETICO ED AD ALTA CONDUTTANZA ATTRAVERSO FASCIE CONNETTIVALE INTEGRATE.

LABORATORIO

SI DEFINISCE QUEL METODO CHE AUMENTANDO LA INTERAZIONE PERCETTIVA DEL SOGGETTO CON L'AMBIENTE ATTRAVERSO  MOVIMENTI INTEGRATIVI FASCIALI SI INTERVIENE SU MODIFICAZIONI COSCIENZIALI DIRETTAMENTE CONNESSE ALLA FORMAZIONI DI RECLUTAMENTO SINAPTICO CEREBRALE E RISPOSTE NEUROENDOCRINE REGOLATORIE.

SI POSSONO COSI' RISOLVERE QUELLE PATOLOGIE DIPENDENTI NON DA ALTERAZIONI DI UNA SINGOLA GHIANDOLA A SECREZIONE ENDOCRINA MA I RITMI DI SECREZIONE DEGLI ORMONI IN ADATTAMENTO ALL'AMBIENTE E/O A SITUAZIONI DI STRSS.

STRUTTURA E FUNZIONE.

LO STRETTO COLLEGAMENTO TRA STRUTTURA ED INFORMAZIONE.
Impulsi ed emozioni prendono vita di volta in volta nel lavoro sulla struttura dei meridiani miofasciali e si aprono in modo diretto gli aspetti relativi a i movimenti spontanei primordiali e quindi hai flussi energetici .
La ci insegna che la struttura e le informazioni sono strettamente connesse quindi quando agiamo su una struttura modifichiamo le informazioni contenute in questa struttura .
Poiche’ il tessuto connettivo e’ il principale responsabile della forma del corpo possiamo considerare il tessuto connettivo il principale contenitore delle informazioni appartenenti a tutto quello che la storia ed il vissuto della persona .
Quindi qualsiasi manipolazione avvenga sulla struttura connettivale cambia le proprietà funzionali di questo tessuto sia le parti più macroscopiche sia le parti più microscopiche di questo tessuto .
Il tessuto connettivo e in grado di reagire a condizioni di stress prolungato oppure a periodi in cui verificano stati negativi dell'umore contraendosi e quindi c'è una vera e propria chiusura fisica che arriva prima alla immobilizzazione in seguito ad un vissuto stressante .
Il NUCLEO SOLITARIO, che è’ il ramo più’ antico del nervo vago produce una perdita del tono muscolare.
Dopo un forte stress L’ uomo paralizza il suo corpo e desensibilizza alcune sue parti in quanto la sostanza fondamentale del connetti diventa più’ SOL cioè’ meno ricca di acqua e con FIBRE COLLAGENE più’ dense per cm cubico di tessuto.

Non è stato inserito alcun video